Chiesa del Portone - Senigallia


Organo Pinchi op. 422, 2002

 

Programma 

La musica nascosta di Leonardo Da Vinci
Ricordando il grande genio italiano
a 500 anni dalla morte

 

Leonardo a Milano con la qualifica di “musico e cantore”
Leonardo abile suonatore di Lira ed inventore di strumenti musicali, la sua amicizia con i musicisti contemporanei

Andrea Antico 1470?-?
Per mio ben te vederei
Si e debile el filo

Marco Antonio Cavazzoni 1490-1570
Madame vous avez mon coeur

Il “Ritratto di musico'' 1485 ca. (dipinto su tavola di Leonardo, conservato nella Pinacoteca Ambrosiana di Milano): proposte d’identificazione del personaggio, le allusioni musicali, esamina del cartiglio tenuto tra le mani del giovane Musico.

Improvvisazione sui rebus di Leonardo Da Vinci

Johan Jacob Froberger 1616-1667
Fantasia Quarta sopra Solare FbWV 240

Robert Schumann 1810-1856 
Fughe su B.A.C.H op. 60 n. 2 e n. 3

Franz Liszt 1811-1886
Preludio e fuga su B.A.C.H.

Le riflessioni di Leonardo sulla musica (da Il Paragone, in Trattato della pittura): riflessioni sulla pittura, musica e poesia. La musica “sorella minore” della pittura; “figurazione delle cose invisibili”.

 ”Annunciazione” - “Battesimo di Cristo” e “Ultima cena” interpretati da improvvisazioni organistiche

 

Simone Vebber
Organo

Benedetta Montevecchi
Storica dell'arte

Simone Vebber

Diplomato in Organo e Composizione Organistica e Pianoforte (massimo dei voti e lode) presso il Conservatorio “F.A.Bonporti” di Trento ha successivamente ottenuto il Diploma presso l'Accademia di Musica Antica di Milano sotto la guida di L.Ghielmi, il Dilpome de Concert presso la Schola Cantorum di Parigi e la Medaglia d’Oro in Improvvisazione presso il CNR di Saint Maur (Parigi) con P.Pincemaille.

Nel 2005 ha vinto il Primo Premio Assoluto presso il Concorso “Bach” di Saint-Pierre- lès- Nemours (Francia), nel 2008 è stato selezionato e promosso dal CIDIM di Roma quale miglior giovane organista per il progetto Nuove Carriere. Nel 2010 ha vinto il Primo Premio al Concorso J.Fux di Graz (Austria) e nel 2012 il premio “P.Hurford” presso il Concorso Internazionale di St.Albans (Inghilterra) e nel 2013 il Trerzo Premio presso il Concorso Internazionale Ritter di Magdeburgo e numerosi premi presso importanti Concorsi internazionali e nazionali (Borca di Cadore, Cremolino, Venerdanda Fabbrica del Duomo di Milano, Viterbo, Acqui Terme, ecc.).

Ha partecipato a Masterclasses di interpretazione con P.D.Peretti, B.Leighton, K.Brynrof, J- C.Zehnder, L.Lohmann, C.Stembridge. Ha al suo attivo un’intensa attività concertistica che lo porta a suonare in veste di solista nei più importanti festival organistici internazionali (Vienna, Copenhagen, Parigi, Bordeaux, Milano, Zagabria, Beirut, Rio de Janeiro, Mosca, Tokyo, ecc.). Il suo repertorio spazia dalla musica antica fino ai compositori contemporanei.
Ha inciso musiche di W.A. Mozart per “Suonare Records”, di C. Moser e A. Bormioli per “Diapason”, di F.Liszt per “Mascioni” e di A.G.Ritter per “Diapason” e di J.S.Bach per La Bottega Discantica. Ha suonato come solista con l'Orchestra di Padova e del Veneto e con l'Orchestra Haydn di Trento e Bolzano e con l'Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado. Le sue esecuzioni sono trasmesse da ORF (Austria), Radio Vaticana e Radiotre.
Insegna organo presso la Musikschule Oberengadin di St.Moritz in Svizzera, è docente di organo presso il Conservatorio G.Donizetti di Bergamo e di improvvisazione presso la Civica Scuola di Musica C.Abbado di Milano.

Benedetta Montevecchi

Laureata in Archeologia Cristiana presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza, dove ha anche frequentato il Corso di Perfezionamento in Storia dell’Arte Moderna. Già funzionario Storico dell’arte presso il Ministero per i Beni Culturali, attualmente in pensione, ha svolto la propria attività presso l’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (1981-1992); la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici e Etnoantropologici delle Marche-Urbino (1992-2009); la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici e Etnoantropologici del Lazio (2009-2013). Nel 2015 ha curato la mostra “Sculture preziose. Oreficeria sacra nel Lazio dal XIII al XVIII secolo”, tenutasi presso il Braccio di Carlo Magno in Vaticano, e il relativo catalogo. Ha insegnato “Storia delle tecniche artistiche” presso l’Università degli Studi di Urbino (200I-2005) e “Storia della suppellettile ecclesiastica” presso la Pontificia Università Gregoriana (2016, 2018); attualmente (a.a. 2018-2019) insegna “Storia delle arti applicate e dell’oreficeria” presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”- Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo, Scuola di Specializzazione in Beni storico-artistici. I propri interessi di ricerca sono incentrati sulle arti applicate: in quest’ambito, ha pubblicato numerosi studi su oreficerie, tessili, manufatti lignei.

 

JSN Metro template designed by JoomlaShine.com

Su questo sito usiamo i cookies per migliorare la tua navigazione. Cliccando su un qualsiasi link su questa pagina darai il consenso all'utilizzo dei cookies.